Viaggiatrici solitarie: 4 libri da non perdere

Ci sono storie che vale la pena di raccontare. Non tanto perché sono storie, quanto perché sono storie di donne. E non è affatto scontato, soprattutto se si parla di viaggi, di continenti attraversati, di deserti che diventano cammino.

Tutt’altro che svenevoli, romantiche o portatrici di un viaggiare al femminile, come si potrebbe pensare, le donne che scrivono delle loro avventure in solitaria sono invece esempio di un doppio coraggio: prima quello di andare, poi quello di raccontare. E’ così da secoli, da quando hanno iniziato ad esplorare il pianeta sfidando paure e pregiudizi millenari. Sulle loro gambe corrono i sogni di chi magari pensa di non farcela, ma poi un giorno ce la farà. Di chi ancora crede che il mondo sia troppo pericoloso per essere affrontato senza la presenza di amici, coniugi o compagni di strada.

La storia di queste donne, di vario tipo, dimostra non solo che viaggiare in solitaria è possibile ma che è meraviglioso farlo. Che una vita si può costruire si, tra le mura di casa e della propria città di origine ma anche nelle vastità del mondo, dove nessuno si spinge, dove potresti sentirti sola e smarrita e, ironia della sorte, trovi proprio la tua forza più grande.

 

VIAGGIATRICI SOLITARIE: 4 LIBRI DA NON PERDERE

 

DESERTI Carla Perrotti

Milanese, viaggiatrice estrema e documentarista tv, Carla Perrotti è stata la prima donna italiana ad avere attraversato a piedi e in solitaria 5 deserti. Nel 1991 il deserto del Ténéré, in Niger, al seguito di una carovana del sale. Nel 1994 il più vasto bacino di sale al mondo, il Salar de Uyuni, in Bolivia. Nel 1996 il Kalahari, in Botswana, deserto che ha attraversato nutrendosi solo di quello che l’ambiente offriva. Nel 1998, in solitaria e in autosufficienza, il deserto del Taklimakan, in Cina. Prima donna anche ad attraversare il Simpson desert in Australia. Sempre a piedi, sempre in solitaria. Con uno zaino da 25 kg sulle spalle. Il libro ‘Deserti’ racconta la storia delle prime 3 imprese.

Deserti carla perrotti


IL MONDO NELLE MANI: divagazioni sul viaggiare
 – Anna Maspero

Alla sua cattedra all’Istituto Sperimentale Linguistico in Brianza, ha preferito i colori del mondo e del suo primo grande amore: viaggiare. Profonda conoscitrice dell’America del sud, sulle orme del nonno emigrato in Perù 100 anni fa, si innamora della Bolivia e diventa autrice di una guida di viaggio sul paese ‘Bolivia, dove le Ande incontrano l’Amazzonia’. Facendo del viaggio il suo stile di vita, ha visitato tutti i continenti viaggiando sola o in qualità di guida sui percorsi meno battuti dal turismo di massa. Raccoglie in questo libro le sue esperienze e riflessioni su quella che definisce l’arte di essere un po’ nomadi, un po’  stanziali ovvero: l’arte di viaggiareil mondo nelle mani anna maspero


CLAMORE IN ASIA
Claudia Moreschi – (solo versione eBook)

Tra il peso della routine da ufficio e quello di uno zaino, ha scelto il secondo. Se lo è messo sulle spalle, ha fatto un biglietto solo andata per il sud est asiatico ed è tornata dopo 5 mesi. Spostandosi via terra, con bus, barche e mezzi di trasporto locali. Non solo racconto di viaggio e avventura, pagine ricche di informazioni pratiche relative a luoghi: come muoversi, cosa vedere, cosa magari no. La storia di una donna che, nonostante le paure, decide di mettersi in cammino da sola e cambiare la sua vita, partendo da un lungo viaggio in Asia e dentro se stessa.
Clamorein-Asia- claudia moreschi


WALKABOUT ITALIA. L’Italia a piedi, senza soldi, raccogliendo sogni
 
Darinka Montico

Dopo aver vissuto all’estero per più di 16 anni (America, Asia, Australia, Nuova Zelanda, Europa), Darinka decide di riconnettersi alle sue origini e torna in Italia con un progetto preciso: vivere delle sue più grandi passioni. Fotografare, scrivere e viaggiare senza fretta. Nasce così ‘Walkabout Italia‘ il lungo cammino che la vedrà percorrere l’Italia intera, da Palermo a Baveno, sul Lago Maggiore, a piedi e senza un euro in tasca. 3 mila chilometri in 7 mesi, fatti di incontri, quotidiana ospitalità e bellezza.

darinka montico walkabout

Sulle donne che viaggiano in solitaria puoi leggere anche: ‘Le donne che viaggiano da sole hanno una marcia in più?‘.

Se invece vuoi sapere cosa NON dire ad una donna che viaggia da sola puoi leggere: ‘10 cose da non dire a una donna che viaggia da sola‘.

3 Comments

  1. Grazie ancora Stefania 🙂

    Felice di esserci

  2. FRANCO says:

    Ho conosciuto recentemente una donna straordinaria innamorata del camminare ; posso testimoniare personalmente la veridicità del/i contenuto/i della rubrica dedicata alle donne in cammino. Secondo me il modo di affrontare il cammino per una donna è molto più intenso e libero rispetto a noi uomini… ho avuto la sensazione che attraverso di esso la donna si senta più a proprio agio nell’ambiente in cui si muove .

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*