Viaggio tra i mercati più belli del mondo

Galleggianti nel continente asiatico, polverosi e affollati nell’Africa nera, ordinati e futuristici nel nord Europa: attraversando un mercato senti sempre di far parte di qualcosa. Non sono negozi, tanto meno supermercati, sono invece i luoghi per eccellenza dell’incontro, dell’arte della contrattazione, dell’astuzia di chi vende e di chi compra. E se la trattativa soddisfa entrambe le parti, l’affare è fatto.

La bellezza dei mercati di tutto il mondo, per quanto diversi tra loro, è che all’interno non ci sono obblighi: puoi girovagare, fermarti, curiosare all’infinito o sederti in un angolo e goderti lo spettacolo di colori, rumori e umanità varia.

Veri e propri territori magici che trasformano piazze, medine e grandi spazi vuoti in esperienze sensoriali. Tu passi e ascolti, annusi, guardi, parli con i commercianti, ti fai raccontare la storia dei loro oggetti, delle mercanzie che chissà quale giro hanno fatto prima di arrivare fin lì.

Nella durata di un viaggio si trova sempre il tempo per visitare un mercato, si fa in modo di esserci, nel caso non siano quotidiani e c’è sempre quel sorriso che ti si apre sul viso quando, ovunque ti trovi, da solo o in compagnia, pensi: oggi è giorno di mercato. Andiamo.

VIAGGIO TRA I MERCATI PIU’ BELLI DEL MONDO

CAI RANG MERCATO GALLEGGIANTE, VIETNAM

Il mercato galleggiante di Cai Rang si trova nella provincia di Can Tho, in un’area del Delta del Mekong, nel sud del Vietnam. Ogni barca è un negozio ma anche una abitazione e il commercio che vi si svolge è all’ingrosso; i venditori si scambiano le merci da una barca all’altra ed è possibile, arrivando la mattina presto dalle 6 alle 8, assistere ad uno spaccato di vita fuori dal tempo.

Cai rang marcato galleggiante vietnam

KHAN EL- KHALILI, CAIRO
Il più antico suq del Cairo risale al 1382 ed è secondo in grandezza, nel Medio Oriente, solo al Bazaar di Istanbul. Al suo interno un dedalo di viuzze dove vengono esposte merci di ogni tipo: dalle vivande ai tessuti, dai gioielli ai profumi, dalle spezie agli oggetti in vetro o pelle. Impossibile fare acquisti senza partecipare a lunghe trattative con i commercianti locali: un rituale al quale è bello ma altrettanto faticoso prendere parte.

Khan al-kalili cairo

MARKTHAL, ROTTERDAM
Nato dal progetto dello studio di architettura e urban design “MVRDV” il Markthal è un mercato coperto all’interno di un edificio residenziale ad arco. L’esterno è in pietra naturale grigia mentre l’interno ospita in gigantesco murales dal titolo ‘Cornucopia’ degli artisti Arno Coenen e Iris Roskam.
Passeggiando per il mercato coperto è possibile curiosare tra un centinaio di bancarelle di alimentari o fermarsi a mangiare in ristoranti e caffetterie. Aperto 7 giorni su 7 dalle 10 alle 20.

Markthal, rotterdam

CHICHICASTENANGO, GUATEMALA
Il più colorato e pittoresco mercato del Centro America si trova a Chichicastenango, nella regione di Quiché, in Guatemala e si tiene solo due volte a settimana: il giovedì e la Domenica. Grande attrazione turistica del paese, il mercato è diviso in due: una parte più autentica, dove i venditori provenienti da villaggi lontani esibiscono le loro merci alimentari e una più ad uso e consumo degli stranieri che vogliano fare acquisti di artigianato locale.

Mercato chichicastenango, guatemala

PAT KHLONG TALAT, BANGKOK
Il mercato di Pat Khlong Talat si svolge lungo Chak Phet Road a Bangkok ed è aperto 24 ore al giorno. Nel più grande mercato dei fiori della capitale thilandese si possono trovare orchidee, rose e tutti i tipi di fiori tanto popolari in questa parte del mondo. I prezzi sono molto bassi e la maggior parte delle confezioni prevedere un numero che va da 50 a 100 pezzi. Il momento migliore per vederlo è poco prima dell’alba, tra le 3 e le 4 del mattino.

mercato fiori pat khlong talat, bangkok

ADDIS MERKATO, ADDIS ABEBA, ETIOPIA
Addis Merkato è uno dei più grandi mercati all’aperto dell’Africa, dedicato soprattutto alla vendita dei prodotti agricoli della zona, in particolar modo il caffè, ma ci si può trovare di tutto. Al suo interno sono impiegate circa 13.000 persone per un totale di 7.000 attività commerciali. Luogo dalle mille sfaccettature, caotico e labirintico, il Merkato può assumere, a tratti, le sembianze di uno slum in cui tutto si mescola e diventa necessario muoversi con attenzione.

Addis merkato etiopia

GRAND BAZAR, ISTANBUL
Uno dei bazar più antichi e grandi del mondo, vi si trova in vendita ogni genere di mercanzia: tessuti, spezie, oggetti di vetro, pellami, dolci, manufatti in ottone. Aperto tutti i giorni, esclusa la Domenica e durante le festività religiose islamiche, è un labirinto composto da 4.000 botteghe in cui la cosa più piacevole da fare è perdersi. Parola d’ordine, invece, se si vogliono fare acquisti: contrattare come tradizione vuole.

Grand bazaar istanbul

BLOEMENMARKT, MERCATO DEI FIORI, AMSTERDAM
Il Bloemenmarkt è un mercato di fiori composto da stand che si trovano su chiatte fisse sul canale Singel, nella città di Amsterdam. E’ unico al mondo nel suo genere e vi si trovano molte specie di fiori e bulbi, soprattutto tulipani e narcisi. Fondato nel 1862, quando si faceva uso di zattere per trasportare i fiori raccolti fino al centro della città, mantiene intatto il suo fascino pur essendo frequentato da molti turisti provenienti da tutto il mondo.

Bloemenmarkt, amsterdam

SUQ MARRAKECH
Ci si possono perdere giornate intere a girovagare tra i suq della città di Marrakech. Tra vie e piccole piazze dedicate a merci e attività specifiche: una città nella città. Tra venditori di articoli in pelle, fabbri, olive, spezie, teiere d’argento, ceramiche e tutto quello che fa dell’artigianato marocchino uno tra i migliori del mondo. Non se ne esce vivi, se non si contratta e non si partecipa, almeno una volta, alla cerimonia del tè offerta dai commercianti ai potenziali acquirenti, tra tappeti e babbucce, nei retrobottega.

Souk marrakech

DJENNE’, MALI
Ogni lunedì, dal medioevo ad oggi, la piazza di fronte alla Moschea di Djenné, in Mali, ospita il mercato più colorato e vivace di tutto il paese. La scenografia è spettacolare: le bancarelle di venditori hanno come sfondo il più grande edificio in mattoni di fango esistente al mondo. Il momento migliore per arrivare è la mattina presto, quando il caldo non è opprimente e ci si può intrattenere passeggiando tra le mercanzie e godendosi la vista.

Mercato Djennè, Mali

TSUKIJI, MERCATO DEL PESCE, TOKYO
Nel quartiere centrale di Tsukiji, a Tokyo, ha sede il più grande mercato del pesce del mondo. Aperto fin dalle prime luci dell’alba impegna più di 60.000 persone in operazioni di vendita all’ingrosso, al dettaglio e in quella che è la grande attrazione di questo mercato: l’asta del tonno. Molti i piccolissimi ristoranti in cui è possibile assaggiare, dicono, il miglior sushi del mondo. Il mercato di Tsukiji sarà trasferito a Toyosu, nel quartiere di Koto, in previsione delle olimpiadi del 2020.

Mercato del pesce tokyo

NIGHT BAZAAR, CHANG MAI, THAILANDIA
Ogni sera il centro di Chang Mai si trasforma in un enorme mercato notturno dove è possibile passeggiare tra turisti e famiglie locali, cenare in uno dei tanti bar o ristoranti o contrattare per acquistare qualsiasi tipo di mercanzia: vera o falsa che sia. Dai rolex taroccati agli oggetti antichi, dall’artigianato locale a economici Dvd.

Mercato notturno chang mai, tailandia

MERCATO NOTTURNO LUANG PRABANG, LAOS
La maggior parte degli articoli che si trovano nel mercato notturno di Luang Prabang sono fatti a mano. Più di 300 bancarelle vengono allestite ogni sera lungo Sisavangvong Road dalle 17 alle 22 con una enorme scelta di prodotti di artigianato laotiano proveniente dai gruppi etnici locali. I prezzi sono già piuttosto bassi ma è sempre possibile contrattare al momento dell’acquisto. I laotiani sono molto discreti e non forzano le persone all’acquisto dei loro prodotti.

Luang prabang mercato notturno, laos

SHILIN, TAIWAN
Il mercato notturno di Taipei si trova in Dadong Road ed è famoso per la sua sterminata offerta di specialità gastronomiche locali. Aperto dalle 20 alle 24 ha anche un settore dedicato a merci di vario tipo ma è consigliato andare soprattutto per il cibo. Scegliere dove fermarsi, cosa assaggiare tra le 500 e più bancarelle che mettono in mostra i piatti della tradizione, può essere un’impresa ardua.

Shilin mercato notturno, taiwan

SANA’A CITTA’ VECCHIA, YEMEN
Nella città che Pasolini definiva ‘la più bella del mondo’ si trova un suq di altrettanta bellezza. Nelle piccolissime botteghe che costeggiano le strette vie della capitale dello Yemen ci si immerge nella cultura locale: fasci di kat (erba che gli uomini del posto sono soliti masticare), jambiya (il pugnale dalla punta ricurva che gli uomini indossano dall’età di 14 anni), terrecotte dipinte a mano in stile tribale, argenti, oggetti sacri. Come nel resto del mondo arabo: vale la regola della contrattazione fino all’affare perfetto.

suq sana'a, yemen

One Comment

  1. Ciao, bella foto e bel panorama. Spero di andarci un giorno, comunque bell’articolo e informazioni utili. Buona giornata e continua a viaggiare.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*